Ecco il podio della nostra classifica con il miglior traduttore istantaneo vocale al primo posto.
Una viaggiatrice mentre utilizza una app traduttore sul cellulare

Traduttore portatile o app sul cellulare: qual è la soluzione migliore?

Comunicare in altre lingue ha assunto via via un ruolo sempre più importante, con la tecnologia che è, di fatto, entrata con forza nel nostro quotidiano - basti pensare alla facilità con la quale saltiamo sul primo aereo o all’urgenza di trovare lavoro all'estero. Ecco che ci sentiamo messi alle strette, obbligati a fare i conti con la nostra (mancata) conoscenza linguistica.

Un traduttore in carne ed ossa può non essere sempre presente ad aiutarci. E allora, come si fa? Ecco che si aprono due strade: possiamo imparare una lingua straniera o ingaggiare un traduttore. Ma come si fa ad avere con sé un traduttore “umano” ogni volta che abbiamo bisogno di parlare un'altra lingua mentre siamo al lavoro o in vacanza? Ed ecco porsi il problema se vale o no la pena di servirsi di un dispositivo, un traduttore istantaneo tascabile, oppure se utilizzare un’app traduttore sul cellulare.

App traduttore vs traduttore istantaneo portatile

Diamo allora un’occhiata più da vicino agli aspetti positivi e negativi di entrambi questi sistemi di traduzione: app traduttore e traduttore istantaneo portatile.

App traduttore vs dispositivo: costi

Iniziamo da uno degli aspetti più importanti. Una app di traduzione è, almeno nell’immediato, più conveniente dal punto di vista economico rispetto a un traduttore elettronico vero e proprio. I traduttori elettronici sono, infatti, dispendiosi (costano di solito intorno ai 300 euro). Le app di traduzione hanno, però, meno vantaggi in termini pratici. Queste soluzioni spesso si affidano ad un unico motore di traduzione: ciò sta a significare che, nonostante riescano ad offrire una traduzione decente per alcune combinazioni linguistiche (specialmente con le lingue più usate, come inglese, spagnolo e francese) combinano veri e propri disastri nelle traduzioni di lingue quali giapponese, inglese americano ecc.

I traduttori istantanei portatili spesso si avvalgono di molteplici motori di traduzione e offrono agli utenti traduzioni precise in tutte le combinazioni linguistiche. Ad esempio, Vasco Translator M3 si avvale di ben 10 motori di traduzione e sceglie quello che fornisce la traduzione più sicura e accurata nella combinazione di lingue selezionata. Questo traduttore automatico vanta inoltre funzionalità esclusive come, ad esempio, il traduttore telefonico. Si tratta di una funzione creata apposta per tradurre telefonate in altre lingue e che permette all’utente di comunicare al telefono con interlocutori che non parlano la sua stessa lingua. Fantascienza? No, il traduttore telefonico - grazie a Vasco Translator M3 - è adesso diventato realtà!

Connessione internet

Un altro aspetto che certamente va tenuto in considerazione è l’accesso a internet. Per avvalersi delle traduzioni di entrambi questi sistemi (app traduttore e traduttore istantaneo portatile) bisogna essere connessi ad internet. Per quanto riguarda la prima opzione, però, sarà necessario utilizzare i dati internet del proprio cellulare, mentre i traduttori tascabili hanno in dotazione una scheda SIM che fornisce accesso a internet per effettuare le traduzioni. Questa scheda rappresenta un vantaggio enorme per chi viaggia, dato che - in alcuni paesi - il traffico dati ha costi esorbitanti. Usare il proprio traffico dati dal cellulare per usufruire di un’applicazione può quindi rappresentare un costo eccessivo, così salato che potresti ricevere brutte sorprese una volta a casa - peccato che, a quel punto, sarebbe troppo tardi per rimediare. La scheda SIM in dotazione ai traduttori portatili sembrerebbe quindi la soluzione ottimale. C’è però un altro aspetto di cui tenere conto: se la SIM ha o meno limiti nell’utilizzo dati (come accade, ad esempio, per il traduttore Travis Touch Go). Ci sono comunque traduttori che offrono invece internet gratis illimitato per sempre - come i modelli Vasco Mini 2 e Vasco Translator M3 - questi due traduttori sono, al momento, gli unici sul mercato a offrire l’accesso a internet gratis a vita, senza alcun limite.

Questa tipologia di scheda SIM di solito funziona in quasi tutti i paesi e viene offerta in dotazione insieme al dispositivo - rimane solo da accendere il traduttore e iniziare a tradurre! In questo caso, parliamo allora di un investimento a lungo termine vero e proprio: paghi una volta sola e traduci gratis per sempre, senza costi né sorprese, a prescindere da dove ti trovi. Comodo, no?

Due persone che dialogano tra di loro; una tiene in mano un dispositivo elettronico, mentre l'altra una guida turistica.

App traduttore vs dispositivo vero e proprio: maneggevolezza e facilità di utilizzo

Un altro punto cruciale in questa discussione che si propone di confrontare il traduttore app con il dispositivo vero e proprio è la facilità di utilizzo. Usare una app di traduzione sul proprio cellulare è comodo: la scarichi, la installi e la usi. Qui bisogna dire, però, che ormai il cellulare viene utilizzato per fare di tutto e di più. E anche se questi dispositivi hanno una batteria progettata per durare a lungo, potrebbero scaricarsi del tutto in breve tempo, se si consultano un numero elevato di app, si usano i giochi online ecc.

Quando invece hai un dispositivo che si occupa unicamente delle traduzioni, la batteria di certo non si scaricherà facilmente. In più, questi traduttori autonomi di solito funzionano subito, senza dover scaricare né installare nulla sul cellulare. Ciò significa che si potrà iniziare a tradurre immediatamente, una volta tolto il traduttore dalla scatola.

La questione se sia meglio utilizzare un app traduttore oppure un traduttore portatile vero e proprio può forse risolversi se pensiamo all’uso che facciamo della calcolatrice. Ci sono infatti moltissime app sul cellulare che risolvono operazioni e calcoli, eppure spesso non rinunciamo ad avere a portata di mano una calcolatrice nel momento in cui ne abbiamo bisogno. Non ci fa perdere tempo a sbloccare lo schermo e a cercarla tra mille altre app - tutte le funzioni di cui necessitiamo sono subito disponibili al tocco di un pulsante su un dispositivo che si occupa di fare una sola cosa. Per non parlare del fatto che i dispositivi tascabili che svolgono un’unica funzione, di solito durano più a lungo nel tempo e hanno una migliore interfaccia che facilita la vita dell’utente. È ovvio che tutto ciò va messo in conto anche nella disputa tra app traduttore e traduttore istantaneo portatile.

Calcolatrice portatile vs app calcolatrice per chiarire il discorso sull’uso dell’app traduttore o del dispositivo di traduzione dedicato.

È giusto precisare che i traduttori portatili includono altre funzioni come il traduttore di foto che permette di tradurre testi presenti nelle immagini oppure la funzione di traduttore telefonico.

Traduttore app vs dispositivo vero e proprio: verdetto finale

Il traduttore app, a un primo esame, sembrerebbe più comodo, più veloce e più conveniente dal punto di vista economico. Ma immagina per un momento di partire per la Cina o per l’Australia. I costi di roaming potrebbero superare, e di molto, il prezzo di un traduttore tascabile indipendente.

I traduttori elettronici effettuano inoltre traduzioni molto più precise e accurate e sono molto più pratici da usare grazie all’interfaccia utente e alle funzioni già preinstallate dalla casa madre. Se dovessi quindi avere dubbi su quale sistema usare, ci auguriamo che i nostri consigli possano tornarti utili nella scelta della soluzione più efficace.